Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Rigenerazione Urbana, Putignano ammesso al finanziamento regionale

Putignano città

Con determina del Dirigente del Dipartimento Regionale "Mobilità, qualità urbana, opere pubbliche e paesaggio" n° 6 del 22 marzo 2018, è stata approvata la graduatoria provvisoria dell’Avviso pubblico POR PUGLIA 2014-2020, Asse XII “Sviluppo Urbano Sostenibile”, Azione 12.1 “Rigenerazione Urbana Sostenibile”. Su 89 candidature pervenute per il Bando regionale rivolto ai Comuni pugliesi, di cui 83 ammesse, Putignano si è piazzata al 24° posto, ottenendo un potenziale finanziamento pari al massimo della cifra richiedibile, cioè 2 milioni di euro. È il secondo comune ammesso a finanziamento nella fascia 15.000-30.000 abitanti.

Nei mesi da agosto a ottobre in vista della partecipazione all’avviso è stata redatta la Strategia Integrata per lo Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS), al fine di poter beneficiare delle risorse messe a disposizione dalla Regione (in tutto 108 milioni di euro) per migliorare servizi o infrastrutture, favorendo processi di inclusione sociale delle fasce disagiate della popolazione residente in determinate Aree Urbane.

«La scorsa estate, nonostante la complessità tecnica del bando e la ristrettezza dei tempi a disposizione» spiega l’assessore all’Urbanistica Avv. Daniele Gambardella «abbiamo lavorato duramente per poter predisporre la nostra candidatura. In un mese molto intenso è stata elaborata una Strategia integrata di rigenerazione. Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, con l’ufficio tecnico e i servizi sociali, in particolare il RUP Ing. Pietro Savoia e l’assistente sociale Dott.sa Pamela Giotta, la preziosa collaborazione dell’arch. Mariella Annese edell’associazione di promozione sociale Warrols, e il coordinamento dello staff del Sindaco Ing. Stefano Romanazzi. Gli obiettivi promossi dal bando e le questioni di logicaci hanno portato ad individuare comeambito di intervento il quartiere di San Pietro Piturno. Questo riconoscimento della commissione regionale ci ripaga di tutto il lavoro svolto ed evidenzia ancora la bontà della nostra scelta».

Al termine di un'ulteriore fase prettamente burocratica che dovrà condurre all'adozione del sistema di controllo e gestione, si procederà alla sottoscrizione di un Disciplinare contenente indicazioni sulle operazioni da realizzare, il relativo cronoprogramma e i correlati obblighi.

«Se la graduatoria provvisoria sarà confermata, avremo la possibilità di attuare gli obiettivi della strategia ed entrare nella effettiva fase progettuale»ha dichiarato l’assessore Gambardella, parlando delle prossime mosse dell’Amministrazione«Le aree Urbanistica e Lavori Pubblici dovranno rimboccarsi le maniche e con l’aiuto dei Servizi Sociali dovranno continuare i lavori, al fine di predisporre dei progetti di rigenerazione fisica e sociale».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI