Martedì 25 Luglio 2017
   
Text Size

Nasce la piattaforma ''Finanziami il tuo futuro''

finanziami-il-tuo-futuro

Avere delle buone idee e trovare chi è disposto ad ascoltarle e sostenerle nella realizzazione, da oggi, potrebbe diventare più semplice grazie a Finanziami il tuo futuro, la nuova piattaforma di local crowdfunding made in Italy.

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) è un processo di finanziamento dal basso che utilizza il web come strumento prediletto per la condivisione dei progetti e la raccolta fondi. In genere, chi ha un’idea pubblica un progetto su una piattaforma di crowdfunding e attraverso la diffusione dell’idea cerca di mobilitare sempre più persone affinché tante donazioni gli permettano di raggiungere l’importo richiesto per la realizzazione.

La scelta di una formula “local” del crowdfunding è nata dall’esigenza di superare il limite dello sviluppo di questo strumento in Italia: la distanza tra il finanziatore e il proponente del progetto. Come? Mettendo al centro il territorio e le relazioni sociali più prossime. Obiettivo di Finanziami il tuo futuro è realizzare le condizioni affinchè, da una parte, si crei affezione nei confronti dei progetti e, dall’altra, i proponenti si sentano responsabili di fronte alla comunità che li avrà sostenuti.

Quest’anno Finanziami il tuo futuro sperimenterà il proprio modello geolocalizzato in Valle d’Itria (Puglia) affiancando la promozione online a quella offline fatta tra la gente comune, le istituzioni e le imprese che vorranno favorire l’innovazione dei settori produttivi locali.

Fino al 15 Maggio, i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e residenti nei comuni di Alberobello (BA), Cisternino (BR), Locorotondo (BA), Martina Franca (TA), Noci e Putignano (BA), potranno proporre il proprio progetto su www.finanziamiiltuofuturo.it. Il contributo massimo che si potrà richiedere per ciascuna proposta è di 10 mila euro per la realizzazione di progetti della durata massima di 12 mesi.

Finanziami il tuo futuro prevede un sistema di scale volto a responsabilizzare i promotori del progetto. La raccolta fondi durerà sei mesi e dovrà superare alcuni step:

  • dopo il 31 luglio, rimarranno in gara solo i progetti che avranno raggiunto almeno il 5% dell’importo richiesto, raccolto solo tramite crowdfunding;
  • dopo il 30 novembre continuerà a gareggiare chi avrà raggiunto almeno la seconda soglia del 70% dell’importo richiesto, raccolto solo tramite crowdfunding.
  • entro il 30 dicembre i progetti che avranno superato la seconda soglia potranno raggiungere il 100% (o superarlo) non solo tramite il crowdfunding classico, ma anche tramite un premio promosso da Finanziami il tuo futuro.

Non sarà, dunque, sufficiente pubblicare i progetti sulla piattaforma affinché questi vengano finanziati. La pubblicazione online delle proposte dovrà essere solo il primo passo. I creatori del progetto dovranno garantire un impegno costante di promozione e pubblicizzazione della propria idea.

Finanziami il tuo Futuro mette a disposizione un team di supporto sin dalla fase precedente alla pubblicazione del progetto sulla piattaforma fino alla fase conclusiva, quando sarà raggiunto il finanziamento richiesto. Il team metterà a servizio di tutti i creatori la sua competenza in termini di progettazione, pianificazione, video-making, comunicazione e animazione territoriale al fine di raggiungere il maggiore numero possibile di finanziatori e rendere la proposta progettuale assolutamente attraente per il territorio.

Finanziami il tuo futuro è un progetto di Fare A.p.s. finanziato dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, a valere sull’Avviso pubblicato con D.D. 84/Ric del 2 marzo 2012 (Cfr. GURI 58 del 10 marzo 2012) sui temi “Smart Cities and Communities and Social Innovation”, grazie a ciò i servizi messi a disposizione del team di Finanziami il tuo futuro sono totalmente gratuiti.

localizzazione-finanziamenti

Commenti 

 
#4 mizzica 2013-03-30 13:25
quelli come Rambo poi sono i primi che si incazzano quando viene fuori che di 100 soldi che potevamo avere dall'Europa, ne abbiamo presi solo 20 per incampacità e disorganizzazione...
 
 
#3 domenico 2013-03-30 11:09
@rambo: questa è la dimostrazione lampante di come non leggete gli articoli e di come a prescindere commentate a c....
Qui non ci sono soldi pubblici, si tratta di crowdfunding, mo voglio proprio vedere come vi arrampicherete sugli specchi per linciare pure quest'iniziativa.
 
 
#2 rambo 2013-03-29 13:15
altri soldi pubblici olè che bello!
 
 
#1 Cari giovani! 2013-03-28 10:09
Cogliete la palla al balzo e costruite in vostro futuro.
In bocca al lupo!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI